Outis – Centro Nazionale di Drammaturgia Contemporanea e il Piccolo Teatro di Milano
Piccolo Teatro Grassi (Via Rovello 2, Milano)
17 settembre 2015

IL CINGHIALE (WILD BOAR)

di Candance Chong Mui-ngam
traduzione di Alice Spisa

regia di Maria Cristina Madau

con Sara Bellodi, Giovanni Calò, Roberta Lidia De Stefano, Giuseppe Palasciano, Matteo Vitanza
assistente alla regia Antonio Porretti

presentato nell’ambito di
Tramedautore – XV Festival Internazionale del teatro d’autore: La Cina e le sue grandi trasformazioni

Allegoria politica da tinte noir sui new media, controllati dal governo e dalle grandi corporazioni, Il cinghiale, scritto nel 2011 per l’Hong Kong Arts Festival, portato in scena e premiato nel 2012, affronta il tema dell’autocensura e dello sviluppo urbanistico frenetico delle metropoli contemporanee. In una megalopoli indefinita, che solo lontanamente ricorda Hong Kong, due giornalisti indipendenti si ritrovano ad indagare sulla scomparsa sospetta di un importante storico e intellettuale della città: la ricerca di prove che attestino l’uccisione dell’uomo, raro esempio d’integrità morale e impegno civile, li condurrà al disvelamento dei piani clandestini del governo per un “rinnovamento” urbano, foriero in realtà di lacerazioni profonde del tessuto cittadino.

Candance Chong Mui-ngam (1977) ha collezionato diversi premi: tra gli altri il Best Artist Award per il teatro dell’Hong Kong Arts Development Council, e quattro volte l’Hong Kong Drama Award per il miglior testo. I suoi lavori sono stati tradotti e rappresentati, tra gli altri, a Seoul, Tokyo, Macao, Singapore e Shanghai. È stata insignita del titolo di Asian Cultural Council Fellow ed ha passato un anno negli Stati Uniti perfezionando la sua scrittura e collaborando con il vincitore del Tony Award e candidato al Premio Pulitzer Henry Hwang.